Ritorna il presidio per un circo senza animali

Ritorna la manifestazione volta a sensibilizzare l’opinione pubblica su quanto sia innaturale per un animale nascere e vivere tra le gabbie dei circhi. Associazioni animaliste e singoli amici degli animali presidieranno l’ingresso del circo distribuendo volantini e manifestando pacificamente con cartelli e striscioni. “Abbiamo scoperto che almeno otto tigri sono nate in questo circo, questi animali in natura vivono nelle foreste pluviali ed hanno bisogno di grandissimi spazi, invece passeranno tutta la vita tra una gabbia una tenda ed un camion. Quante altre tigri dovranno nascere in queste gabbie?” si chiede Cristian Bacci, uno degli organizzatori del presidio.

Gli animalisti hanno svolto un presidio simile anche lo scorso mese, dove hanno avvicinato diverse famiglie intenzionate ad andare al circo, spiegando le ragioni della loro protesta. Tra le persone che si sono fermate ad ascoltare, molti hanno cambiato idea e deciso di non sovvenzionare lo spettacolo, in un caso un bambino si è addirittura fermato con i genitori a dar man forte agli attivisti nella distribuzione dei volantini.

Dall’orgnanizzazione fanno sapere che al sit-in per un circo senza animali può partecipare chiunque condivida questo pensiero, il ritrovo è previsto un’ora prima dell’inizio dello spettacolo. Maggiori informazioni nella pagina dell’evento https://www.facebook.com/events/1294941523851020/?active_tab=posts

Muggia 15 agosto 2016

MujaVeg Presidio Circo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *