Nutria Day: grande successo di pubblico e attenzione da parte delle autorità

MujaVeg NutriaDayMetodi non cruenti di riduzione del numero delle nutrie sono possibili e funzionano già in altre realtà. Questa la proposta emersa dell’evento tenuto venerdì 10 novembre, per venire in contro al crescente rispetto per la vita degli animali. L’incontro organizzato dai fondatori della pagina facebook “le nutrie del Rio Ospo” con la collaborazione dell’Associazione MujaVeg, ha portato a Muggia i massimi esperti del tema sia a livello locale che a livello nazionale. L’incontro volto a sfatare i miti riguardanti i simpatici castorini indicava le soluzioni alternative all’abbattimento e le misure per prevenire possibili danni.

Tra le autorità presenti anche l’Assessore all’Ambiente del Comune di Muggia Laura Litteri, che ha riferito di aver ricevuto il progetto di MujaVeg per la sterilizzazione delle nutrie, il quale sarà discusso in Giunta Comunale. Il progetto è stato inviato anche all’ISPRA e alla Regione ed è in attesa di un parere.

Tra i relatori era presente Sergio Dolce, biologo ed ex Direttore del Museo di Scienze Naturali di Trieste, che ha presentato l’habitat della Valle delle Noghere e le varie specie alloctone che vi abitano. Subito dopo, il biologo Samuele Venturini ha descritto, tra le altre cose, il metodo Buccinasco: la procedura da lui attuata in Lombardia per contenere le nutrie tramite sterilizzazione.

L’incontro ha suscitato l’interesse del pubblico che ha riempito la sala del caffè del Teatro Verdi della cittadina rivierasca. Presenti tra il pubblico anche il consigliere comunale di Muggia Emanuele Romano, il Consigliere Regionale Emiliano Edera ed il parlamentare europeo Marco Zullo.

Durante l’incontro sono stati raccolti alcuni fondi per la copertura delle spese e l’avanzato di 80,10 euro è stato donato all’Associazione Vegetariani e Vegani Muja che ha iniziato a raccogliere fondi per l’eventuale possibilità di sterilizzare le nutrie del bacino del Rio Ospo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *