Volontari MujaVeg e CAT soccorrono capriolo ferito

Soccorso a capriolo feritoNella giornata di ieri, 13 gennaio, alcuni volontari di MujaVeg assieme ad alcuni soci del Club Alpinistico Triestino hanno soccorso un capriolo ferito in seguito alla caduta in una voragine carsica profonda una quarantina di metri. L’animale era stato individuato nel tardo pomeriggio del venerdì da un biospeleologo del CAT (A.C.), che al rientro si è prontamente attivato per tentare di organizzarne il recupero, con il necessario aiuto di uomini e mezzi. Una socia sia del CAT che di MujaVeg (S.Z.),  una volta contattata, ha messo in campo rapidamente una squadra composta da alcuni speleologi  zoofili, intervenuta nella mattinata di ieri. Con attrezzature e tecniche collaudate per il recupero di materiali nel corso delle pulizie di pozzi carsici effettuate dal CAT in svariate occasioni, l’animale è stato riportato  in superficie con relativa facilità. Cosciente ma ferito, il capriolo non riusciva a camminare presumibilmente per una o più fratture agli arti. Successivamente il capriolo è stato affidato alle cure del veterinario dell’ENPA di Trieste.

Va sottolineato che tale intervento è un’eccezione legata, alle tempistiche, alla buona volontà ed alle competenze in materia di soccorso speleologico degli intervenuti, e che il soccorso della fauna selvatica nel territorio provinciale di Trieste è competenza dall’ENPA e si attiva chiamando i numeri Tel. 040-910600 – cell. 3391996881.

Capriolo ferito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *